Chirurgia Oro Maxillo Facciale

Prof. Attilio Carlo Salgarelli

Cantoplastica

Una delle zone che più frequentemente i pazienti desiderano trattare è quella peri-oculare.
La cantoplastica è un intervento di chirurgia plastica volto a modificare la forma dell’occhio. Le richieste più frequenti fatte al chirurgo sono la correzione del margine della palpebra diretto verso l’esterno e verso il basso, detto piega antimongolica, che dona uno sguardo triste e spento, oppure la richiesta di ottenere una forma dell’occhio orientaleggiante. Negli ultimi anni, in Cina e in Giappone, la cantoplastica è l’intervento più frequentemente effettuato, in associazione con la blefaroplastica superiore, per l’occidentalizzazione dello sguardo.

Questa tecnica chirurgica, oltre ad essere utilizzata in chirurgia estetica, viene usata anche nella chirurgia plastica ricostruttiva dell’area orbitale, come ad esempio per il trattamento dell’ectropion paralitico causato dal deficit del nervo facciale, per il trattamento di un’asimmetria o di una distopia cantale (anomala posizione dell’orbita).

L’intervento di cantoplastica prevede una piccolissima incisione ad Y, effettuata a livello del margine palpebrale, attraverso la quale il chirurgo plastico è in grado di modificare la forma dell’occhio mediante la disinserzione del legamento cantale e la fissazione nella nuova posizione desiderata. I punti verranno tolti dopo qualche giorno e nell’arco della seconda settimana è possibile riprendere tutte le attività. I risultati invece sono visibili solo alla terza settimana e saranno apprezzabili appieno dopo il quinto mese. Non ci si dovrà preoccupare delle cicatrici che gradualmente scompariranno quasi del tutto tra il primo e il secondo mese. L’intervento chirurgico in questione viene spesso accompagnato anche ad una blefaroplastica superiore e inferiore, allo scopo di ringiovanire entrambe le palpebre e far tornare il paziente, in una sola seduta, alle condizioni in cui si trovava precedentemente al disagio. Una volta effettuato l’intervento, che è poco invasivo e permette al paziente di tornare alla sua vita di tutti i giorni in brevissimo tempo, gli occhi avranno riconquistato il loro taglio originale, senza che ci sia più il pericolo di un ulteriore spostamento del nervo stesso.

Chirurgia Maxillo Facciale | Prof. Attilio Carlo Salgarelli | PI 04294750239 | Privacy Policy
©2015 Realizzazione Siti Internet Modena